Severo di Antiochia: la riscoperta di un Padre della Chiesa siriana tra le sabbie del deserto

Scoperte papiracee nel deserto egiziano

Tra Ottocento e Novecento numerose missioni archeologiche furono inviate in Egitto con il fine di reperire manufatti e papiri da acquisire per conto dei grandi musei e biblioteche europee: grazie a queste missioni furono scoperti numerosi rotoli di testi letterari greci, come la Costitutizone degli Ateniesi di Aristotele, le Diegeseis di Callimaco, o le Odi di Bacchilide. A proposito di quest’ultimo, nel 1896, mentre si trovava in Egitto, l’egittologo Wallis Budge acquistò per il British Museum di Londra un rotolo di papiro contenente venti odi bacchilidee. Tuttavia, per poter ritornare in patria con il rotolo, egli architettò una serie di espedienti e diversivi che compresero anche l’utilizzo di una cassa di arance per distrarre i funzionari della dogana egiziana.